Nella Torino dell'Ottocento

Oltre due secoli, ma non li dimostra

Nella Torino dell'Ottocento

Il Fiorio aprì i battenti nel 1780. La Torino di allora contava settantamila abitanti dentro le mura e circa diciottomila nei borghi e nel contado. Vi erano trentadue strade, illuminate da seicentotrenta fanali, che si incrociavano ad angolo retto e  generavano 139 isolati.

In quella Torino, il Caffè Fiorio ebbe successo e divenne in poco tempo un punto di riferimento della vita sociale cittadina, favorito anche dal periodo di grande splendore che via Po stava attraversando. Al di là della sua lunga storia, il Fiorio è uno dei più importanti caffè torinesi, uno di quelli che meglio ha conservato l'atmosfera e la tradizione della città. Chi non ha letto che al Fiorio si formava l'opinione pubblica cittadina, negli anni in cui Torino contribuiva attivamente all'Unità d'Italia? Era così importante che i regnanti, sia Carlo Felice che Carlo Alberto, e i loro ministri, per capire quale fosse l'umore dell'opinione pubblica chiedevano: «Che cosa si dice al Fiorio?». Oggi, sebbene non sia più il luogo privilegiato della politica nazionale, nelle sue sale pulsa la vita cittadina. Come ogni caffè che si rispetti, ha un proprio ritmo e le ore frenetiche si alternano a quelle di maggior quiete. Le famiglie che affollano le sale nei pomeriggi domenicali si avvicendano ai gruppi di amici che conversano, agli impiegati che si concedono una pausa di lavoro.  E non mancano le ore degli avventori solitari che paiono dar ragione ad Hermann Kesten quando scrive: «Anche in un caffè deserto non avverto la solitudine. Ai tavoli stanno seduti i fantasmi degli ospiti del passato, o quelli degli ospiti dell’avvenire».

Indirizzo
Via Po, 8 Torino 10121
Telefono
+39 011 817 3225
Email
info@caffefiorio.it
Web
http://www.caffefiorio.it

Il sito Caffè Fiorio o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui e consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner cliccando sul bottone accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su un altra pagina, acconsenti all’uso dei cookie.

EU Cookie Directive Plugin Information